From the recording Respira piano

Lyrics

Cresciuti desiderando che
il mondo fosse in attesa di noi,
che avremmo fatto una rivoluzione dimostrando che,
se siamo nati è per essere eroi.

E invece guardaci rimaniamo qui paralizzati
da regole del gioco che neanche conoscevamo,
incatenati ai nostri schermi come vie di fuga
in modo da non pensarci neanche più
viviamo così lentamente solo per tenere sotto controllo le nostre ansie
ma non siamo stati capaci di alzarci
e far capire chi siamo davvero noi


RIT:
Domani tornerò,
ho smesso di restare buono e calmo
a perder tempo.
Magari sbaglierò,
la mia generazione ha rotto il cazzo, è ora di svegliarsi
non avremo niente
se non urliamo,
non ci serviranno le nostre virtù


Ci ricordiamo com’era brutale
quand’è che siamo rimasti da soli,
e non bastiamo neanche a noi stessi,
dobbiamo ricominciare da zero.

Però ci piace non avere vincoli e
non aver l’ansia di dover dimostrare niente a nessuno
non dover essere neanche capaci di decidere
cosa è meglio per noi e per voi

Neghiamo la realtà e
non capiremo mai perché
siamo incapaci di prendere impegni
non ci crediamo neanche noi

Domani tornerò, magari sbaglierò,
dovrò provare che, ti sbagli su di me.
Ma non mi ascoltereste neanche se urlassi come voi.
Io ci proverò.

Davvero vi pensate così tanto meglio di noi?
E ancora vi aspettate che la gente stia lì
paralizzata nell’attesa di un segnale da voi
guardandovi come se foste l’unica via.
Facile abusare così tanto di chi
vi ha sempre regalato tutto
e adesso non sa più come si fa,
a ritornare quello di anni fa


RIT:
Domani tornerò,
ho smesso di restare buono e calmo
a perder tempo.
Magari sbaglierò,
la mia generazione ha rotto il cazzo,
dovremo pur svegliarci prima o poi
O non ci piacerà
quello che ci ritroveremo attorno
quando sarà finito il tempo ormai
E non ci salverà
provare di aver dato sempre il meglio
non basteranno le nostre virtù